La considerazione di cui un brand gode agli occhi dell’opinione pubblica in virtù del suo operato e del modo in cui comunica è uno dei fattori determinanti il successo o l’insuccesso del business.

Tale “giudizio di valore” definito reputation branding si costruisce nel tempo attraverso delle strategie coerenti, costanti e sempre in linea con la brand identity ovvero l’identità che l’azienda vuol costruire.

 Cos’è la brand reputation?

La brand reputation è l’insieme di speranze che il pubblico, in maniera condivisa ripone nell’azienda.

Queste aspettative sono il risultato di un insieme di “azioni concrete e comunicazioni aziendali” che determinano un giudizio finale nel pubblico di riferimento. Tra queste:

  • L’insieme di azioni che l’azienda intraprende all’interno di un contesto politico, economico e sociale.
  • Il tipo e la quantità di public relations che l’azienda intrattiene.
  • La performance finanziaria dell’azienda.
  • Il grado di innovazione con la quale l’azienda risponde al contesto tecnologico di riferimento.
  • Le opinioni poliche della leadership aziendale.
  • La responsabilità nei confronti dell’ambiente.
  • L’impegno sociale dell’azienda nel contesto di riferimento (ovvero la corporate social responsibility).
  • La visibilità mediatica e il tipo di media relations;
  • La gestione dei momenti di crisi aziendale;
  • Il tipo di comunicazione aziendale sia online che offline.

Le principali modalità di comunicazione aziendale

Vale la pena dedicare un paragrafo a parte al modo in cui un’azienda può costruire la propria comunicazione aziendale. Esistono tre modalità che devono essere integrate con coerenza affinchè la comunicazione aziendale risulti vincente:

  • La comunicazione di fatto ovvero le azioni tangibili intraprese dall’azienda, la “condotta aziendale” nei confronti di stakeholders, dipendenti, del contesto politico, economico e ambientale di riferimento.
  • I segni ovvero l’insieme di comunicazioni non verbali che devono supportare quella verbale. Questo tipo di comunicazione comprende la pubblicità, il packaging, il logo ecc.
  • Le reti di relazioni ovvero i messaggi che vengono diffusi da influencers, dipendenti, collaboratori, dagli opinion leaders attraverso il passaparola offline e online (in questo caso si parla di brand reputation online) e la stampa, di cui l’azienda deve aver contezza e monitorarle costantemente.

Fonte: Marketing e Comunicazione: strategie, strumenti e casi pratici, Masini, Pasquini e Segreto.

Perchè è fondamentale gestire la propria brand reputation?

La brand reputation va monitorata e protetta nel tempo attraverso un insieme di azioni concrete sempre in linea con le aspettative del pubblico di riferimento al fine di evitare fenomeni spiacevoli come ad esempio la diffusione di commenti negativi sull’azienda.

Attraverso un’analisi preliminare del contesto in cui operano le vostre aziende, dei principali competitors, del target di riferimento e della mission aziendale, Pilat & Partners si occupa di definire le strategie più adatte e coerenti con il vostro brand al fine di costruire una reputazione aziendale positiva e duratura nel tempo.

Lascia un commento