Dopo il primo appuntamento dedicato alle “Città Intelligenti” si continua con una seconda serata di approfondimento.

Si rifletterà infatti sulla volontà di ripensare al concetto di città intesa non come luogo di aggregazione passiva, ma come soggetto intelligente e consapevole in cui uomini e servizi possano trovare la sintesi nella quotidianità del lavoro, della famiglia e dello sviluppo personale.

Un’operatività della politica regionale di riscontrare modelli passivi e ripensarli in soggetti attivi ed intelligenti in cui la sostenibilità intesa solo di natura ambientale possa essere anche allargata e matrice di efficienza e produttività per le unità ad essa collegate.

Un modello abitativo funzionale che desidera riconsiderare quindi la città nell’insieme più intimo della sua essenza: ripartire non dalle fondamenta di un edificio o la sua ristrutturazione intesa come incipit di modernità, ma come modello attivo ed intelligente di socialità collettiva.

 

Registrazione del webinar 

1 Comment

Lascia un commento